living out of cases

lunedì 9 dicembre 2013

Bad and good news

Ho un'amica che è da settembre e forse anche più che mette da parte i soldi per comprarsi una macchinetta fotografica professionale, lei ne ha già una, ma vuole comprarne un'altra più grande, con più qualità e con un obbiettivo migliore.
Fino ad oggi pensavo non volesse vendere la sua vecchia macchinetta, anche perchè ce l'ha da tre anni e in qualche modo ci è legata, l'ha portata con sé anche quando siamo andate insieme ad Edimburgo ed ha un valore affettivo.
Oggi, cercando su internet, ne ha trovata una a 399 euro, che per il modello che sta cercando lei è veramente poco, ha chiesto a suo padre se andasse bene e lui le ha detto che gli avevano consigliato un sito in cui vendono queste macchinette con obbiettivi più grandi insieme, tutto non troppo costoso.
Allora mi scrive "papà dice che però dovrei vendere Berry Juice.. (è così che si chiama la sua macchinetta ahahahha)", allora io le scrivo "oddio no, lo vuoi fare veramente?" e lei mi scrive "la vuoi tu?".
Ecco, mi si è aperto un mondo a quelle parole.
Desideravo una macchinetta del genere da un bel po' di tempo ma comunque non ne ho mai presa una perchè non mi andava di spenderci troppo, allora mi fa "te la metto a 100 euro che è la metà di quanto l'ho pagata", buonissimo. E dopo un po' mi scrive "dai te la metto a 90, prezzo di favore".
Amo Livia, veramente.
Ho chiesto a papà e dopo un po' di chiarimenti mi ha dato il permesso di prenderla.
Quindi giovedì avrò il mio regalo di Natale anticipato, anche se in parte me lo sarò pagato da sola.
Aaaaaaaaaaaah, le belle notizie che arrivano in settimane in cui già ti pare tanto se vedi la luce oltre i libri.

Ah e anche un'altra bella o brutta notizia, dipende dal risultato, riguarda il tema in inglese che ho fatto oggi a scuola. Le tracce erano tre e ho scelto una che diceva di parlare di situazioni in cui non sono riuscita a capire una persona e come mi sono sentita.
Ho parlato in primis di mia madre, la persona che non mi capisce e che io non capisco per eccellenza.
Poi ho parlato della mia amica Anastasiya.
E' stato abbastanza triste parlare di lei perchè ieri è partita per ritornare in Ucraina (il luogo in cui è nata) per sempre.
Ho parlato di lei perchè penso sia la persona più complicata del mondo, Hana è una ragazza con molti problemi in famiglia e spesso non riesco a capirla, e anche se ci provo mi accorgo che non potrei mai riuscirci perchè sono cose che probabilmente neanche lei riesce a capire.
Ho concluso il tema con una frase che ancora ricordo "Now I'm out of time and I feel lost and late because I have no more time and even if I tried and tried I didn't understand and maybe the only thing I understood is that what I had to understand about her was bigger than me and her", questa frase mi è rimasta, l'ho scritta perchè ricordo che una volta o io o lei, non ricordo chi, abbia detto che tutto ciò è più grande di lei, di tutti.
Mi manca, ed è passato solo un giorno.

Questo proviene da una nuova rubrica intitolata "Pezzi di vita di Martina a cui nessuno importa nulla ma lei continua a scriverli incurante del fatto che sono cose interessanti solo per lei"

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.

translate my posts in your language if you're not italian

Si è verificato un errore nel gadget

OOTD

© 2011 Can I just fall apart alone?, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena